Pellicola_cinematografica_nera.jpg
Pellicola_cinematografica_nera.jpg
iri3.jpg

the monologue 

 

dove la persona tace 

l'anima parla

A

 

 

 

 

 

 

 

TEORIA 

  • Struttura drammatica  del monologo

  • Fondamento dialogico della mente e  del conflitto

  • Ogni monologo è un dialogo

  • "Io è un altro": l'identità alterata

  • Detto e indicibile

  • Chi è l'Antagonista?

  •  A chi parla? 

  •  Perché?

  •  Dove si trova?

  •  Quale azione compie?

  • Con quale intenzione?

  • Qual è il nucleo emotivo della scena?

  • Quali sono le peculiarità del monologo in teatro e nel  cinema?

  • Quarta parete: quando e perché?

PRATICA

Con ogni  partecipante  si lavora sull'analisi del proprio  materiale  per entrare  in profondità e restituire il contenuto emozionale della scena.

Attraverso un lavoro individuale di prove emergerà l'interpretazione personale, unica, del materiale proposto.

  • Tema dell'opera

  • Nucleo della scena

  • Dall'Idea alla traduzione emotiva

  • Il desiderio più profondo

  • Interlocutore

  • Sostituzioni

  • Particolarizzazioni

  • Preparazione emotiva: il trampolino della scena

  • Prima e dopo le parole, l'Azione fisica

Il  testo di riferimento può essere proposto dai partecipanti o  assegnato dall'insegnante.

irina

casali acting coach

Nell'arco di un week end intensivo si introduce la struttura drammatica del monologo fornendo i principi teorici e pratici  fondati su The Meisner Technique.

Si lavora con ogni attore sulla preparazione individuale  di una scena, per arrivare a una interpretazione unica, viva, profonda, del materiale proposto: finché  il contenuto universale umano, non è restituito attraverso il proprio sguardo, intimo e intraducibile.

2.jpg
4.jpg
frio y fuego 1.jpg