OFFICINA  CREATIVA

80112716_2873631375990504_2521683081685893120_n.jpg

Thanks! Message sent.

OFFICINA CREATIVA 

L'Officina è  rivolta a chi abbia già maturato esperienze teatrali. prevede l'approfondimento del lavoro dell'attore e della messa in scena.

Ci si confrontano con la messa in scena di un'opera teatrale (monologo, dialogo, trialogo), analizzando i personaggi  i temi che l'attraversano.

Attraverso il lavoro sull'opera  si allenano l'ascolto e il contatto con il partner e il gruppo, affinando il proprio mondo interiore e lavorando per mettere a disposizione dell'opera le proprie  emozioni, percezioni ed intuizioni. 

Officina drammatica  è una fucina di allenamento e creazione  permanente.

MATERIE 

Recitazione

Training fisico

Lavoro sulla voce

Elementi di teatro danza 

Messa in scena

 

FB_IMG_1529561475919.jpg
Falciola_160612_00018-1_edited.jpg
​Durata
Ottobre - Giugno
 
Frequenza e Orari

giovedì -  h. 20.00 - 22.00

+ un giovedì al mese al mese 20.00-23.00

+2 Week end intensivi di approfondimento sulla messa in scena

+Presentazione dei lavori

 

Iscrizioni a numero chiuso

Le iscrizioni sono su colloquio fino a esaurimento posti

 

Riduzioni

Per iscrizioni  anticipate

 

 

  

"Se sapete che il vostro strumento siete voi stessi, conoscete anzitutto il vostro strumento, consapevoli che è lo stesso strumento che danza, che canta, che inventa parole e crea sentimenti. Ma curatelo come l'atleta, come l'acrobata, come il cantante, assistetelo con tutta la vostra anima, nutritelo di cibo parcamente, ma senza misura corroboratelo di forza, di agilità di rapidità, di canto, di danza di poesia e di poesia e di poesia. Diverrete poesia aitante, metamorfosi perenne dell'io inesauribile, soffio di forme, determinati e imponderabili; di tutto investiti, capaci d'assumere e di dimettere: passioni, violenze, affezioni, restandone arricchiti e purificati... tesi alla rivelazione di ciò che l'uomo è: angelo della parola, acrobata dello spirito, danzatore della psiche, messaggero di Dio e nunzio a se stesso e all'universo d'un se stesso migliore."