base.jpg

Č

A

 

ANTON

ČECHOV

TEATRO STUDIO

sonja finestra.JPG
sonja e balia.JPG
cechov_edited.jpg

 

 

"L'uomo è ciò in cui crede"

A. Čechov

 

 

 

 

Intitolato al maestro russo, è un programma di studio INTENSIVO  aperto a studenti e professionisti di diversi paesi. 

Nato come laboratorio di messa in vivo di un'opera del drammaturgo russo, si rivolge a gruppi che affrontano fasi diverse di lavoro e ne considera, di volta in volta, il materiale e le necessità specifiche.

 

Anton Čechov  Teatro Studio  si  rivolge a professionisti e studenti attori,  registi e drammaturghi  che desiderano approfondire la Meisner Technique   nel processo di creazione.

Sanford Meisner, erede  di Stanislavkij, tra i più grandi pedagoghi del XX secolo ha sviluppato   un approccio specifico per andare dritti al cuore del lavoro portando  all'emersione di emozioni autentiche, e permettendo  all'attore di re-agire a ciò che accade realmente momento per momento.

Tenuta da Irina Casali si articolata in sessioni di lavoro da concordare con il gruppo, per affrontaere i passaggi centrali della messa in scena. 
Si lavora sull'opera  scoprendone la poetica attraverso l'immersione nei temi fondamentali  e nello stile.

PROGRAMMA


* Analisi del testo


* Poetica


* Mito di riferimento


* Struttura del conflitto


* Nucleo e dinamica delle scene​


* Scoperta della "parte"

* caratterizzazione del personaggio


* Preparazione emotiva


* Training psicofisico


* Azioni fisiche


* Azione e reazione


* Atmosfere

 

 

 

"Man is what he belives"
A. Čechov

Entitled to the Russian master, the Anton Čechov  Theatre Studio  is an open program  for  people from different countries. 

Born as a laboratory for the staging of an opera by the Russian playwright, the laboratory does involve a team of workers and considers the material and the specific needs from time to time.

 

Anton Čechov  Theatre Studio  is aime at professionals and students actors, directors and playwrights who wish to approach the Meisner Technique finalized to  the creative process. Sanford Meisner, heir of  Stanislavskij's acting research, among  the greatest pedagogues of the Twentieth Century, has developed a specific approach that goes straight to the heart of the actor's work.

The Meisner Technique leads to the emergence of authentic emotions, asking the actors to re-act on what is really happening  moment by moment, to truly live under imaginary circumstances.

Lead by Irina Casali, A.Č. Theatre Studio  aims to tackle the creative steps until the staging of the play. We will work on the author  poetics through immersion in the fundamental themes that go through his theatrical  production and that determine its style. 


 

PROGRAM

 

 

  •  TEXT ANALYSIS

 

  • POETIC

 

  • REFERENCE MYTH

 

  •  STRUCTURE OF THE CONFLICT

 

  • CORE AND SCENE DYNAMIC

  • DISCOVERY of the part

  •  ChARACTERIZATION OF THE CHARACTER

  • emotional preparation

 

  • PSYCHOPHISICAL TRAINING

  • PHISICAL ACTIONS

  • action ad reaction

  • atmospheres

zio Vanja Meisner Studio Creative Ensemb
Zio Vanja.jpg

 ZIOVANJA

 

 

La vita nel suo incedere senza senza forma, travolge le  creature ignavie e prive di consapevolezza.
L'unica salvezza è lavorare.  Sonja  lo sa. La sua anima è salva, non perchè lei sia felice - non vedrà mai la gioia - ma sa che nel lavoro c'è il senso della vita. L'etica del lavoro salva dal non senso. Il bello  è nell'anima delle persone buone. 
Curare, insegnare, custodire la natura, coltivare lo spirituale  che l'uomo ha nel cuore. Bisogna lavorare. Questo è ciò che Cechov testimonia con la propria vita di medico e scrittore - muore a quarantaquattro anni di tubercolosi, malato da quando ne ha ventisei -  instancabile, stoico nella sua sofferenza silenziosa.  
Il  suo teatro mostra la vita così com'è,  non come dovrebbe essere, senza sentenziare. 
I personaggi di Cechov si lamentano sempre, Cechov, malato per metà della sua vita, non si lamenta mai.
Negli ultimi quattro  anni di vita che coincidono col matrimonio con Olga Knipper, confinato a Jalta per via della sua salute, ha continue emorragie per la tisi, le condizioni peggiorano eppure lui rassicura tutti, continua a scrivere lottando per scrivere  una riga al giorno.
Tutta la vita Cechov non si risparmia. Va in mezzo alla sofferenza e al dolore, tra i malati e nel viaggio in Siberia, tra i prigionieri, per conoscere l'umano.
Aiuta la famiglia sin da  ragazzo, poi mantiene tutti con il suo doppio lavoro. 
C'è molta filosofia nel suo teatro, filosofeggiano tutti, ma  non ci sono filosofi.  

Il pensiero  di Cechov è  intrecciato tra tragedia e ironia. Il  suo mondo è poesia incarnata. Compassione per l'umano l'assurdo dell'esistenza. 

 UNCLE VANJA

 

Life in its gait without form, overwhelms the slothful and unconscious creatures. The only salvation is to work. Sonja knows this. His soul is safe, not because she is happy - she will never see joy - but she knows that in work there is the meaning of life. The work ethic saves from nonsense. Beauty is in the soul of good people. Treating, teaching, protecting nature, cultivating the spiritual that man has in his heart. You have to work. This is what Chekhov testifies with his life as a doctor and writer - he dies at forty-four years of tuberculosis, sick since he was twenty-six - tireless, stoic in his silent suffering.

His theater shows life as it is, not as it should be, without ruling. Chekhov's characters are always complaining, Chekhov, half sick of his life, never complains. In the last four years of life that coincide with the marriage to Olga Knipper, confined to Yalta because of her health, he has continuous hemorrhages due to consumption, the conditions worsen and yet he reassures everyone, continues to write, struggling to write a line a day. during his whole life he goes through suffering and pain, among the sick and on the journey to Siberia, among the prisoners, to learn about the human.  He helps the family as a boy, then keeps everyone with his double job. There is a lot of philosophy in his theater, they all philosophize, but there are no philosophers. Chekhov's thought is intertwined between tragedy and irony. His world is embodied poetry.

Compassion for the human the absurd of existence.

Teatro Renzo Casali
Zio Vania Meisner Studio Creative Ensemb
Zio Vanja Meisner Studio Creative Ensemb
Zio Vanja - Meisner Studio Creative Ense