Diego Zanoni

Nasce, mangia molti biscotti e poi si diploma in scrittura drammaturgica alla Scuola Paolo Grassi di Milano. Prosegue la sua formazione con seminari di regia. Il suo percorso è a cavallo fra la scrittura pura e la creazione di spettacoli. Con lo pseudonimo di Michelangelo Zeno è autore di testi rappresentati in teatri e festival di tutta Italia. Fra il 2011 e il 2014 si occupa della riscrittura e dell’allestimento di testi classici (Bernhard, Mueller, Ibsen). Scrive con il compositore Gabriele Cosmi la pocket-opera MagenZeitOpera che debutta a Venezia all’interno di BiennaleMusica2014. Dal 2017 al 2019 è dramaturg di produzione presso CuboTeatro di Torino per cui scrive Blatte, testo che ha debuttato al Teatro Gobetti di Torino nel 2018 e che ha ottenuto la menzione della giuria al Premio Hystrio Scritture Di Scena. Il testo teatrale Malagrazia è messo in scena dalla compagnia Phoebe Zeitgeist ed ha aperto la rassegna NuoveStorie2018 al Teatro dell’Elfo a Milano. Nello stesso anno è selezionato per il progetto internazionale Fabulamundi Playwriting Europe. Nel 2019 debutta presso il Festival delle Colline Torinesi il suo ultimo testo Tito/Rovine d’Europa, prodotto da CuboTeatro e Teatro i. Nel tempo libero dipinge i suoi pennelli.

Diego Zanoni.jpg