s a f f o

S P E R I M E N T A Z I O N I  A R T I S TIC H E   

F I L O S O F I C H E   F U O R I  O R B I T A

 

"I capolavori non nascono soli, isolati,  sono il risultato di molti anni di pensiero comune"

VIRGINIA WOOLF

 

SAFFO giunge alla III Edizione, dopo l'esperienza dei  primi due  anni  dedicati al tema de "L'origine dell'opera d'arte"  e la "Nostalgia dell'origine".

Proseguiamo la nostra indagine in riferimento alla natura dell'opera chiedendo  a 6 FILOSOFI di interrogarsi su

"IL VISIBILE E L'INVISIBILE" prendendo spunto  dalle parole del pittore  George Braque "Le prove stancano la verità" e "In arte vale un solo argomento, quello che non si può spiegare"

il visibile e l'invisibile 

  

"le prove stancano la verita'

"in arte vale un solo argomento,

quello che non si può spiegare" 

George Braque 

gennaio - giugno 2019

Un sabato al mese, dalle 10.00 alle 13.00


La filosofia, dal tempo della sua origine, s’incarna nel dialogo vivo dell’oralità, accendendo un desiderio di sapere che s’inscrive nell’anima degli uomini, passando da cuore a cuore. Confrontarsi con l’origine provoca una nostalgia del ritorno. 

Si torna sempre dove il cuore duole.  A casa.

Come dice Novalis “a rigore la filosofia è nostalgia, il desiderio di trovarsi dappertutto come a casa propria”.

Tornare a casa non è solo ripetizione, ma anche sempre differenza, messa in moto, che segna, ad ogni passo, un nuovo inizio.

Si torna ancora. Si torna sempre.  Ancora è la parola dell’amore. Desideriamo e torniamo alle persone, alle parole, alle cose che amiamo. Sempre le stesse, sempre diverse.

Per questo vorremmo porci, ancora, alcune domande. 

La prima è stata: "Qual è l'origine dell'opera d'arte?". La seconda riguardava la  "Nostalgia dell'origine".

Quest'anno indagheremo il rapporto tra "Il visibile e l'invisibile".

L'amore, la filosofia, l'opera d'arte, originano da un'insufficienza essenziale, da un vuoto costitutivo del soggetto, e si realizzano nel desiderio di colmare. Questo desiderio di riunificazione, dice Platone, prende il nome di amore. Il processo erotico nutrito dalla nostalgia è sempre anche compositivo, generativo, riproduttivo.

Simbolo, dal verbo sym­ballein (prendere insieme), indica proprio l'unità che reca il segno di un'antica divisione. Questo "tenere insieme" due metà è ciò che accade in tutti i processi di simbolizzazione di cui abbiamo testimonianza attraverso le opere d'arte. E se l'opera d'arte realizza, ogni volta, questa operazione simbolica di riunificazione, la filosofia, da sempre, la racconta.

Da qui l'urgenza di riunire in un dialogo queste discipline, evidenziandone il legame essenziale. Perché l'aspetto estetico dell'esperienza ha bisogno del significato, e il pensiero richiede una forma sensibile. Non in quanto cose separate, ma piuttosto come forme di uno stesso fenomeno.

Se il desiderio filosofico nasce dalla mancanza e l'arte e interpreta questa necessità il tentativo è quello illuminare una via, o uno stile, con cui guardare e stare nei fenomeni, per fare dell'incontro tra questi due aspetti complementari dell'esperienza una sintesi possibile.

                                                                                                                                                                                                I. C.

 

 

DRAMMA IN 6 ATTI FILOSOFICI

 


 12 Gennaio

 

elio franzini

Il simbolo e l'invisibile

Il simbolo è ' il luogo di un sapere profondo,

che non si riduce né alla rappresentazione, né al concetto

 


 

 

9 Febbraio ​

francesco emmolo

Il visibile e il rivelato 
L'etica cristiana tra dynamis e cura del creato
 


 




 


16 Marzo

CARLO SINI

La soglia dell'invisibile
La nascita dell'anima e la luce del Bene,

a partire da Platone





 

 

 

13 Aprile

CARLO SERRA

I modi della trasparenza
la materia e l'indicibile musicale




 


 

 

 

11 Maggio

FLORINDA CAMBRIA

La figura e il suo decoro
Ornare il visibile, intrecciare l'invisibile 




 

 

 

8 Guigno

PAOLO SPINICCI

La visibilità del testo,

l'invisibilità dell'opera
il ruolo del lettore e dello spettatore


                                 

                 

Agli iscritti  sarà fornita in anticipo una breve bibliografia di riferimento per i singoli incontri

 

 

 

 

ISCRIZIONI 

FINO A ESAURIMENTO POSTI 

F  A  B   B  R   I   C   A  E  S   P  E  R  I   E   N  Z  A

  Teatro    Accademia     Scuola

Centro Internazionale di Ricerca, Formazione e Creazione Artistica  

Accademia Professionale per Registi  e Attori  di Teatro e Cinema

Corsi  e Scuola di Teatro e Recitazione Teatrale e Cinematografica, 

Scrittura Narrativa, Scrittura Poetica, Sceneggiatura, Drammaturgia,

Laboratori  di Teatro per Ragazzi

  

 

via Francesco Brioschi, 60   I  20141 Milano  Italy

++39.02.78.62.44.38    I    fe@fabbricaesperienza.it

www.fabbricaesperienza.it    I  P.Iva 07927170964

INGRESSO RISERVATO AI SOCI CON TESSERA AICS